Carlo Alberto

Carlo Alberto

 24

Bewerten sie:
Abstimmung von benutzern: 0.0/10 - Stimmen insgesamt: 0

Io resto qui


Ieri è già alle porte, dietro di me.
Sfidando le ingiustizie e l'ipocrisia.
Attori e attrici di un tempo infinito,
di un mondo che scende e che se ne va.
Con le favole e i miei, perché
Non mi arrendo invece sai che farei?
Scriverei un brano che, racconti anche di te
Di quel mondo sbiadito dal quale fuggivo, del mio animo annegato che
continua a lottare
Qui
Io resto qui
Non mi fermerai
Non ci riuscirai
Mi dicevo allo specchio che non ce l'avrei fatta
così spesso, me ne stavo autoconvincendo
senza guardarmi in faccia, con l'ansia convivendo
quel letto come rifugio da ogni minaccia e penso
che mentre l'animo annega la gente prega
cercando una tregua come se servisse, è capibile
io non comprendo ma accetto il dolore, è la sola maniera
per raggiungere un nemico intangibile
Tra le favole e i miei, perché
Non mi arrendo invece sai che farei?
Scriverei un brano che, racconti anche di te
Di quel mondo sbiadito dal quale fuggivo, del mio animo annegato che continua
a lottare
Qui
Io resto qui
Non mi fermerai
Non ci riuscirai
Se mai capirò (se mai capirò)
se mai scoprirò (se mai scoprirò)
chi senza identità mi guardava tremare
con l'odio che inquina il cuore come petrolio nel mare
E ora suona (dopo la bufera)
Una musica (dolce e leggera)
Si salvano gli uomini che infine impareranno ad amare!
Io resto qui
Io resto qui
Non mi fermerai
Non ci riuscirai
Io resto qui
Non mi fermerai

Hinterlassen sie einen kommentar zu dem lied

Verwandte künstler