Yoko Hyperpop

Yoko Hyperpop

 POP
 37

Bewerten sie:
Abstimmung von benutzern: 9.5/10 - Stimmen insgesamt: 1

Canzone per l'ecuador


Prendi nota cambio vita,
Da oggi proverò sempre ad osare un pò di più, Con eloquenza ti parlerò,
Come i protagonisti del Maurizio Costanzo Show, Tu porta gli occhi,
Porta il male, Porta il tuo nome,
Dammi un solo attimo per dimenticare

Che tu sul pullman con un’ora di ritardo presa da un attacco di panico, Non riuscivi neanche più a pensare,
Ma ti avrei aspettata,
Che la musica era forte e mi portava dentro un posto buio che è solo mio, Non riuscivo neanche più a parlare, eh eh
E combattevi col passato e ti picchiava forte proprio come eri abituata, Con quello stronzo di tuo padre,
E adesso fatti un altro tatuaggio,
Che sia più grande ed inquietante del segreto che mi ha detto e che ormai so solo io, Avvolto dentro al tuo dolore, eh eh
Che non mi lascia andare

E dimmi il niente che cos’è, Se non il botto più assordante,
Oltre la fine non ti puoi sbagliare,
Il niente è tutto portato al suo limite

E combattevi col passato e ti picchiava forte proprio come eri abituata, Con quello stronzo di tuo padre,
E adesso fatti un altro tatuaggio,
Perché tanto tutto passa ed io ti passo accanto e perdo ogni ricordo di noi, E dimmi il niente che cos’è,
Cosa ti è rimasto di me?

Porta gli occhi, Porta il male, Porta il tuo nome,
Dammi un solo attimo per ricominciare


E combattevi col passato e ti picchiava forte proprio come eri abituata, Con quello stronzo di tuo padre,
E adesso fatti un altro tatuaggio,
Che sia più grande ed inquietante del segreto che mi ha detto e che ormai so solo io, Avvolto dentro al tuo dolore, eh eh
Che non mi lascia andare

Hinterlassen sie einen kommentar zu dem lied

Biografia

La sana follia di Valentino Puccio, la penna raffinata e popolare di Tiziano Capponi, l'anima al miele metal di Marco Marcatili ed il romantic groove di Mario Gennari: in una parola, YOKO. La band, nata a Roma nel 2018, si inserisce in punta di piedi nell'impetuosa corrente punk-rock nazionale, ma, anziché seguirla, la risale e la inverte. Eclettici, stravaganti, riflessivi e istintivi al tempo stesso, regalano al pubblico un suggestivo tocco personale, in uno strabiliante patchwork sonoro, un'incredibile antitesi di mente e cuore che, proprio come lo Yin e lo Yang, si amalgama e coesiste alla perfezione. Un'inaspettata sorpresa per le orecchie ed una travolgente carezza per l'anima.

Verwandte künstler